Copyright © 2017 Home - Build A Website -

Home

Assalto dei ladri col flex

Fonte: LatinaOggi del 17 febbraio 2013

Aspettano l’uscita dei proprietari ed entrano in casa: bottino ingente

HANNO aspettato che i proprietari di casa uscissero, sono entrati nell’appartamento e hanno aperto la cassaforte con un flex. Un colpo da professionisti, su questo sembrano esserci pochi dubbi

Come pure sul fatto che i ladri si sono portati via un bottino niente male. L’amara sorpresa per una famiglia di Monte San Biagio è arrivata soltanto al rientro a casa. Il «colpo» è stato messo a segno nel tardo pomeriggio di venerdì in località Portella, proprio all’ingresso di Monte San Biagio. Saranno adesso le indagini delle forze dell’ordine a fare chiarezza sul furto. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i ladri devono aver agito con una certa disinvoltura. Non si esclude che conoscessero alla perfezione le abitudini delle vittime, tanto che hanno atteso il momento in cui i proprietari di casa sono usciti e dovevano essere anche sicuri di poter «lavorare» con calma. È ipotizzabile che si tratti di una banda di professionisti che nei giorni scorsi ha seguito le mosse dei proprietari dell’apparta - mento a Portella e che può aver quindi potuto sapere tutto delle loro abitudini. Venerdì pomeriggio, forse dopo aver anche pedinato i proprietari di casa, i ladri sono entrati in azione. Utilizzando un flex i malviventi hanno scassinato l’ingresso dell’abitazione e sono penetrati all’interno dell’abitazione.

Qui, dopo aver arraffato tutto il possibile, si sono diretti verso la cassaforte. L’hanno aperta facendo danni e rumore in casa, ma a quanto pare nessuno sembra essersi accorto di nulla. Tanto che i ladri sono riusciti a prelevare il contenuto e fuggire senza lasciare troppe tracce. Quando sono rientrati in prima serata, i proprietari hanno trovato l’abitazione messa a soqquadro. Increduli hanno lanciato l’allarme alle forze dell’ordine che hanno effettuato un sopralluogo e avviato tutte le indagini necessarie alle ricerche dei responsabili del furto. Il bottino, senz’altro ingente, è ancora in fase di quantificazione.

Francesco Avena


 

f m

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo